Portale degli SMS Invia SMS alta qualità da web a 6 centesimi
 
Username o numero di cellulare Password  
non ricordi la password?  
 
Vai alla pagina dedicata su Facebook
Home News Servizi Prezzi Come funziona Faq Quando usare il servizio Chi siamo Contatti Termini e condizioni
Per inserire l'hyperlink ad un altro sito non occore un permesso particolare: cosa cambia e per chi Per inserire l'hyperlink ad un altro sito non occore un permesso particolare: cosa cambia e per chi
20/02/2014

Potrebbe sembrare banale, ma il diritto di linkare un contenuto presente su un altro sito nel corpo di un articolo o un post pubblicato sul proprio non era mai stato sancito ufficialmente in Europa. Una funzione che è alla base di internet e della navigazione stessa del world wide web e senza la quale non avrebbe neanche senso chiamarlo così. La decisione finalmente è stata presa dalla Corte di Giustizia dell'Unione Europea il 13 febbraio sancendo la normativa ad hoc secondo cui:

"Il titolare di un sito può, senza autorizzazione dei titolari di copyright, dirigere gli utenti di internet, tramite hyperlink, ad opere protette disponibili liberamente su un altro sito. Ciò è possibile anche se gli utenti di internet che fanno click sul link hanno l'impressione che l'opera sia pubblicata sul sito che contiene il link."

Abbiamo così definito anche l'hyperlink, oggetto del caso svedese dal quale è scaturita la decisione presa dalla Corte: un gruppo di giornalisti di una testata online ha citato in giudizio un altro sito web accusandolo di aver linkato contenuti realizzati dai giornalisti stessi senza il loro permesso. Tali contenuti però seppur tutelati dal diritto d'autore, sono in ogni caso resi disponibili al pubblico gratuitamente sul sito dell'editore originale. Da ciò la Corte Europea ha stabilito che pur essensosi verificato un atto di "comunicazione al pubblico", quest'ultimo non è nuovo in quanto entrambi i siti
si rivolgono alla stessa audience e quindi che un internauta legga l'articolo visitando direttamente il sito su cui è pubblicato o arrivandoci da un link esterno, per la Corte è assolutamente la stessa cosa. La comunicazione al pubblico richiede un apposito permesso nel caso in cui esso fosse nuovo, per esempio un link ad un contenuto visibile solo ad un numero limitato di lettori iscritti al sito del giornale e paganti un canone e nel caso in cui l'hyperlink permetta di aggirare i limiti posti dal sito con le opere protette.

La decisione della Corte ha sollevato non pochi dubbi e perplessità:
1.Google potrebbe approfittare della situazione sentendosi al sicuro dalle numerose lamentele mosse dagli editori e le agenzie di stampa per il servizio Google News
2.C'è una parte che afferma che il fatto che gli utenti che cliccano un link inserito in un testo, nel momento in cui sono rimandati al sito che contiene il contenuto originale non riescono a distiunguere il reale editore e questo crea confusione con il rischio di ricadere nella concorrenza sleale
3.La questione si fa parecchio controversa in ambito peer-to-peer per quei link che rimandano a siti pirata per scaricare film o file mp3 perchè,se da un  lato questo è totalmente illecito, qualche spiraglio potrebbe aprirsi per i torrent. Essi non sempre rimandano a materiale non autorizzato e non sempre sono a pagamento, basti pensare che il torrent più scaricato del 2013 era interamente gratuito e legale: si trattava di un pacchetto audio e video di Moby, diffuso come bundle BitTorrent per promuovere il suo album "Innocents" e scaricato circa 9 milioni di volte.

Alla luce delle considerazione fatte non esclude quindi che la Corte Europera si ritrovi a breve a doversi pronunciare nuovamente in materia definendola in modo più preciso.


Fonte: Panorama
Link: Leggi articolo »

TAGS:  corte di giustizia europea |  diritti d'autore |  hyperlink |  link |  sms | 


« indietro

Il Portale degli SMS .::. Copyright © 2011 - 2017 Antherica Srl :: P.Iva/CF: 02058130358, REA: 247698, Capitale Sociale € 30.000 i.v.
Termini e Condizioni .::. Informativa sulla Privacy
Il sito web di Portale degli SMS non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin" Accetto